IN CASO DI DECESSO

Cosa fare in caso di decesso

Di seguito, alcune brevi informazioni nella spiacevole evenienza si verifichi un lutto improvviso, in modo da poter seguire il corretto iter burocratico previsto dalla legge.
 
Quando il decesso avviene presso abitazione privata è necessario contattare il medico che provvederà all'accertamento della morte compilando il modulo previsto. La famiglia del defunto come lagenzia funebre in vece della stessa, deve poi effettuare la richiesta di un medico necroscopo per accertare l'effettiva morte della persona, a cui segue il rilascio dell'apposito certificato.
 
La legge definisce che il decesso va comunicato entro 24 ore ed i certificati redatti devono essere consegnati all’Ufficiale di Stato Civile. Quest'ultimo provvederà a sua volta al rilascio dell'autorizzazione per seppellire la salma.
 
Se il decesso avviene invece in casa di cura o presso ospedale, è la struttura sanitaria che consegna direttamente la dichiarazione di morte all’ufficiale di Stato Civile del Comune, che fornirà l'autorizzazione necessaria al seppellimento della salma.
 
Solo nei casi di morte violenta, in seguito ad incidente, di persone che abitano sole o quando si verifichi in luogo pubblico, è necessario avvisare l’Autorità Giudiziaria per gli opportuni accertamenti e le disposizioni per il prelievo della salma.
Share by: